Cosa succede a Piacenza? Lettera pubblica alla Questura di Piacenza

Continua il percorso di mobilitazione del Coordinamento Migranti nelle città e nelle province dell’Emilia-Romagna. Dopo Modena e provincia, Rimini e Bologna, sabato 30 maggio in un incontro tenutosi a Piacenza, decine di lavoratori migranti ci hanno descritto una gestione dei permessi di soggiorno che pare avere come unico obiettivo e risultato quello di rendere sempre…

Tempo di sciopero, tempo dei migranti

In questi ultimi mesi i lavoratori migranti sembrano scomparsi dal panorama politico italiano ed europeo. Si parla di migranti solo quando muoiono a centinaia nel Mediterraneo, oppure quando qualcuno li vuole cacciare accusandoli di essere portatori di povertà e di malattie. Tuttavia, nonostante la crisi, i migranti non sono solo quelli cha arrivano tra mille…

1 febbraio: Contro la voce del “padrone”, insieme ai lavoratori migranti della Granarolo!

Da mesi prosegue la lotta dei lavoratori migranti della Granarolo e del loro sindacato SiCobas contro il mancato rispetto dell’accordo firmato a luglio. I recenti tentativi della polizia di sciogliere il presidio permanente davanti ai cancelli della Granarolo sono falliti, incontrando la stessa determinazione con la quale ogni giorno i migranti in questo paese sfidano…

SCP N°28 – dicembre 2013 è on-line: L’ora dello sciopero politico!

E’ finalmente on-line il numero 28 di Senza Chiedere il Permesso, il foglio periodico del Coordinamento Migranti. In questo numero, editoriale, lotte nella logistica, interviste e un contributo da Brescia dopo la manifestazione del 28 settembre scorso. Indice: Editoriale: L’ora dello sciopero politico! – p.1 Intervista a Zakaria, DF Logistics Srl, Nuova Moscato (MO) – p.2 Intervista a K., SDA…

I facchini come mafiosi? Cooperare sulla pelle dei migranti

I migranti della logistica come mafiosi. Ci avrà pensato a lungo il presidente della Lega Coop Emilia Romagna, Giovanni Monti, prima di arrivare a un paragone così brillante. Come la mafia, sostiene Monti, i facchini disturbano gli affari delle coop emiliane attraverso «pratiche di illegalità». Non solo: i facchini «prendono di mira la cooperazione e il…

Un segnale

Questa notte i lavoratori dei principali magazzini Tnt d’Italia, organizzati da SiCobas e AdlCobas hanno scioperato per due ore per dare un segnale alla dirigenza della multinazionale e al suo piano di ristrutturazione aziendale che prevede tagli cospicui nella manodopera. Un segnale che punta ad aprire una trattativa nella quale la voce dei lavoratori vuole…