Emilia-Romagna: il territorio “avanzato” del ricatto del permesso di soggiorno

Continue denunce e prese di posizione provenienti non solo da Bologna mostrano come le prefetture e le questure della regione delle opportunità siano coordinate per agire arbitrariamente e ostacolare quotidianamente la vita delle donne e degli uomini migranti. Il tutto nel silenzio più assoluto della regione, del suo governatore, della sua maggioranza in assemblea regionale.…

Davvero i migranti non contano? Un promemoria per il candidato Bonaccini

Quando in un coraggioso sussulto di sinistra, tanto inaspettato quanto presto sopito, il segretario del PD Zingaretti in visita a Bologna ha proclamato l’impegno del partito per Ius Soli e Ius Culturae, il candidato alla riconferma alla presidenza della regione Emilia-Romagna si è affrettato a dichiarare che non era il momento, che le sue priorità…

Che fine ha fatto il tavolo regionale chiesto dal Coordinamento Migranti? Un’interpellanza alla vice-presidente Gualmini

La serie di comunicati del Coordinamento migranti dell’Emilia Romagna che denuncia alcuni dei molti casi in cui le questure e le prefetture di questa regione hanno ignorato i diritti dei migranti ha infine prodotto un effetto. Ora i responsabili non si possono più nascondere. Grazie a un’interpellanza presentata alla seduta del Consiglio Regionale del 21…

Casi scottanti per le Questure dell’Emilia-Romagna: l’odissea di Yelena alla Questura di Bologna

La Regione latita, la Prefettura guarda alle espulsioni di Alfano per il reato di “download sospetto” e le Questure dell’Emilia-Romagna continuano ad amministrare serenamente il razzismo. Nulla di nuovo sotto il sole, si direbbe, tanto più che le promesse estive della vice presidente Gualmini di istituire un tavolo regionale per venire incontro alle richieste dei…