Mahmodi Ali prigioniero della Bossi-Fini

Finalmente, oggi, sulla stampa nazionale è arrivata la notizia della segregazione di Mahmodi Ali sulla nave Fantastic che lo riportava in Italia. Il nome della nave è già un programma, ma ancora non spiega come sia possibile che un migrante tunisino di 35 anni sia obbligato da 5 giorni a viaggiare tra Palermo e Civitavecchia,…

Accordo d’integrazione? I più e i meno di un ‘reato’ di soggiorno per punti!

Qualche giorno fa, insieme alla Scuola di Italiano con Migranti XM24 e allo Sportello Legale XM24 abbiamo mostrato come l’accordo di integrazione e il relativo permesso a punti costituiscono il futuro orizzonte del razzismo istituzionale volto a definire le nuove gerarchie dello sfruttamento del lavoro migrante. Lo abbiamo chiamato il nuovo ‘reato’ di soggiorno per punti, perché i/le migranti nel nome di certi ‘valori’…

Reato di soggiorno per punti

Con una circolare dello scorso febbraio il Ministero dell’Interno ha illustrato alle Prefetture il regolamento sull’accordo di integrazione, rendendo così esecutive le procedure di verifica del cosiddetto “permesso di soggiorno a punti” entrato in vigore nel marzo del 2012 con il decreto dell’allora ministro Maroni. Si tratta di una verifica che riguarda al momento soltanto…

Sù la testa! Video foto e rassegna stampa del primo marzo dei/delle migranti a Bologna #bastabossifini

Più di duemila migranti e italiani, lavoratori delle cooperative della logistica e nuove generazioni in movimento invadono le strade di Bologna (leggi il comunicato del Coordinamento Migranti) rispondendo all’appello Su la testa! Il primo marzo dei migranti è un’occasione per tutti! Una grande giornata di lotta, che ha portato nel centro della città la voce…

Primo marzo dei migranti e delle lotte: rassegna stampa

Lunedì 24 febbraio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della manifestazione del 1 marzo a Bologna. Come dice l’appello sottoscritto da tante realtà cittadine, il 1 marzo Bologna sarà di nuovo la città dei migranti. La data, come è stato ricordato, non è casuale, perché il 1 marzo è il giorno dello sciopero…