Davvero i migranti non contano? Un promemoria per il candidato Bonaccini

Quando in un coraggioso sussulto di sinistra, tanto inaspettato quanto presto sopito, il segretario del PD Zingaretti in visita a Bologna ha proclamato l’impegno del partito per Ius Soli e Ius Culturae, il candidato alla riconferma alla presidenza della regione Emilia-Romagna si è affrettato a dichiarare che non era il momento, che le sue priorità…

È tempo di organizzarsi! È tempo di lottare! Assemblea delle e dei migranti – 15 Dicembre – Centro Zonarelli, Bologna

È tempo di organizzarsi! È tempo di lottare! Per la libertà delle e dei migranti!   Le cose devono cambiare: dobbiamo organizzarci! Il nuovo governo aveva promesso di cambiare le politiche contro i migranti. Ma questo non è successo. Continuano i dinieghi delle commissioni territoriali e le difficoltà a convertire i permessi umanitari e speciali…

23 novembre: Coordinamento Migranti in piazza contro la violenza maschile sulle donne!

Il 23 novembre a Roma ci sarà la Manifestazione contro la violenza maschile sulle donne chiamata da Non Una di Meno. Le donne migranti sanno bene che quella violenza ha molte facce: quella di mariti violenti, di compagni che picchiano, quella degli stupri e delle torture sui fronti di guerra e nei campi libici; la…

Dalla Francia all’Europa: migranti in sciopero contro Chronopost e il ricatto dei documenti

L’11 novembre inizierà il sesto mese di sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori migranti di Chronopost ad Alfortville, in Francia. Da oltre cinque mesi, migranti maliani, senegalesi e guineani privi di documenti lottano per ottenere la regolarizzazione e l’assunzione da parte della “Chronopost”, l’azienda che gestisce il servizio postale pubblico. Questa lotta condotta e sostenuta…

È il momento delle e dei migranti. Uniti facciamo sentire la nostra voce!

Le associazioni e le comunità di migranti e richiedenti asilo, insieme al Coordinamento Migranti, invitano tutte e tutti a un momento di discussione e confronto sulla condizione dei migranti in questo paese. Salvini non c’è più ma il razzismo con cui vengono negati o ritardati i documenti e lo sfruttamento del lavoro migrante sono ancora…