Verso l’assemblea delle e dei migranti: i “casi speciali” di Salvini

Sabato 23 febbraio, alle ore 15 al Centro Zonarelli donne e uomini migranti, richiedenti asilo e migranti che da anni vivono sotto il ricatto del permesso di soggiorno, associazioni e realtà antirazziste di Bologna, Modena, Cesena e altre città dell’Emilia Romagna si riuniranno in assemblea per organizzare insieme una mobilitazione contro la commissione competente per Bologna e Modena e contro prefetture e questure che vogliono migranti e richiedenti asilo o clandestini o sfruttati!

Come abbiamo scritto nell’editoriale del giornale Senza chiedere il permesso! la  legge di Salvini ha abolito la protezione umanitaria lasciando alle commissioni territoriali il compito di fare il lavoro sporco e di distribuire i suoi “negativi” ai richiedenti asilo. La legge prevede che la gestione politica dei dinieghi passi per dei “casi speciali” che sostituiscono la protezione umanitaria per accordare ai migranti un permesso di soggiorno. In questa tabella dei casi speciali previsti dalla Legge Salvini si provano a chiarificare requisiti, durata e i diritti a cui si ha accesso nella casistica stabilita dalla nuova legge.

Annunci