Workshop su lotte del lavoro migrante e regime della mobilità

 

13626379_527435637459688_6093902354149279905_nIl primo meeting del Transnational Social Strike tenuto a Poznan nel 2015 è stato una prima opportunità di discutere il ruolo cruciale giocato dal governo europeo della mobilità negli attuali processi di precarizzazione che toccano non solo i migranti, ma tutti i lavoratori. Il governo della mobilità è esercitato sia sul confine, sia all’interno degli Stati, dove assistiamo, più che al tentativo di fermarli, alla sperimentazione di nuovi strumenti per controllare il percorso, la direzione e lo status dei movimenti dei migranti. Il governo della mobilità punta, infatti, a produrre gerarchie e differenze a partire da quella tra “migranti economici” e “richiedenti asilo” fino alla moltiplicazione di status legali e al ricatto del permesso di soggiorno, che in modi diversi colpiscono la vita dei migranti e dei precari, dei migranti esterni e interni, di lunga data e nuovi arrivati, come i richiedenti asilo e i rifugiati. Gli enormi movimenti di migranti verso e attraverso l’Europa indicano chiaramente la necessità di trovare nuove forme di lotta e connessioni tra migranti e lavoratori precari, che vadano oltre la solidarietà e la sola assistenza offerta ai nuovi arrivati. La questione centrale è ancora come organizzare il lavoro migrante a partire dal protagonismo dei migranti stessi.

 

L’esperimento di mobilitazione transnazionale del primo marzo 2016 ha raccolto questa sfida ed è stato un tentativo di riconoscere la centralità politica del lavoro migrante nel processo generale di precarizzazione e di lotta contro di essa. A partire da questi risultati e da una valutazione delle mobilitazioni precedenti, il workshop intende discutere proposte concrete per rafforzare un processo continuativo di scambio e comunicazione transnazionale. Nuove convergenze tra migranti e precarie emergono nei fatti dal processo europeo di informalizzazione del lavoro, prodotto attraverso l’abbassamento dei salari, la finanziarizzazione e lo smantellamento del welfare e il governo della mobilità del lavoro in base esclusivamente ai bisogni del capitale. Queste dinamiche agiscono a livello politico e amministrativo, sostenute dal razzismo istituzionale, e possono essere comprese solo attraverso uno sguardo transnazionale.

Partendo dalle esperienze accumulate e dalle analisi condivise, il workshop mira a comprendere e mappare le trasformazioni transnazionali attuali, identificando linee di convergenza e priorità politiche, e immaginando nuove possibilità di connessione tra le lotte in modo da innescare un processo politico di organizzazione.

Proponiamo perciò di concentrare la discussione su tre questioni principali:

  1. Permesso di soggiorno europeo: proposte concrete per utilizzarlo come rivendicazione nelle diverse situazioni in cui si danno le lotte dei migranti e come strumento di organizzazione di migranti e rifugiati nelle diverse posizioni in cui si trovano a lottare contro il governo della mobilità e lo sfruttamento del lavoro migrante.
  2. Lo smantellamento del welfare e la precarizzazione generale del lavoro colpisce sia i migranti esterni, sia i migranti interni. Com’è possibile connettere le loro lotte di modo che possano rafforzarsi a vicenda?
  3. Le lotte dei migranti si danno ai confini, nei centri di accoglienza, dei diversi settori lavoratici etc.: come possiamo tenere insieme queste lotte? Un lavoro di mappatura aiuterebbe a delineare differenze ed elementi comuni, sapendo che un coordinamento transnazionale deve tenere conto sia delle differenze di status, sia delle diverse condizioni nazionali/regionali che indeboliscono il potere collettivo dei migranti. Una mappatura dovrebbe contribuire a rafforzare una circolazione transnazionale delle lotte e delle esperienze di (auto)organizzazione. Meeting e incontri tra migranti che lavorano negli stessi o in settori affini in paesi diversi possono anch’essi aiutare in questa direzione.

Link del report dell’ultimo workshop sul lavoro migrante a Poznan:

http://www.transnational-strike.info/2015/10/20/report-of-the-workshop-about-migrant-labor-the-government-of-mobility-and-the-transnational-strike/

 

Annunci