Lottiamo insieme per il diritto di restare e muoversi liberamente in Europa

MIGRANTI!

Lottiamo insieme per il diritto di restare

e muoversi liberamente in Europa

Oggi, per migliaia di uomini e donne che rifiutano dittature, guerre e miserie, non c’è modo per entrare in Europa in modo regolare, se non attraverso la richiesta di asilo. La richiesta di asilo però obbliga i migranti a rimanere per un lungo periodo nei centri di accoglienza, dove la vita, i progetti e i bisogni sono sospesi in attesa che la Commissione territoriale si pronunci. Dopo due mesi di accoglienza “forzata”, il governo concede un permesso provvisorio per lavorare, ma fuori dai centri esiste soltanto un lavoro precario e povero, oppure la richiesta di lavorare gratuitamente come volontari per ripagare il “debito” dell’accoglienza. In questa condizione di sfruttamento, non solo si deve attendere anche fino a 12 mesi (contro i 30 giorni previsti per legge), ma soprattutto la maggioranza delle richieste è rifiutata: in Italia nel 2015 le Commissioni ne hanno respinte più della metà.

I migranti che oggi arrivano in questo paese sono spinti dallo stesso desiderio di migliorare la propria vita che hanno i migranti che risiedono qui da anni. Le loro speranze di libertà si infrangono contro i muri alzati dal governo, dai ritardi di Questura e Prefettura, dalle decisioni di Commissioni territoriali che hanno poca o nessuna conoscenza dei paesi di provenienza, così come chi vive qui da anni sbatte contro il muro del permesso di soggiorno: le leggi italiane ed europee alzano muri che dividono i migranti economici dai richiedenti asilo per fare del lavoro migrante una forza lavoro ricattabile e a basso costo.

Il Coordinamento Migranti in questi anni ha organizzato lotte e scioperi, manifestazioni contro la Bossi-Fini e il ricatto del permesso di soggiorno legato a lavoro e reddito. Oggi vogliamo continuare a lottare insieme per il diritto di restare e muoversi liberamente in Europa: non accettiamo che siano i governi, le Prefetture, le Questure o le Commissioni territoriali a decidere chi di noi può restare e chi no, utilizzando come vogliono le condizioni per il permesso di soggiorno o quelle per la protezione umanitaria. Noi siamo arrivati sin qui senza chiedere il permesso, siamo liberi dalla paura e vogliamo liberarci dallo sfruttamento. Per questo vogliamo organizzarci e invitiamo tutte e tutti a partecipare alle riunioni del Coordinamento Migranti: per i diritti e la libertà dei migranti!

 IL COORDINAMENTO MIGRANTI SI INCONTRA IL MERCOLEDÌ

ALLE ORE 19.30 PRESSO CORTE TRE, VIA BOLOGNESE 22/3

www.coordinamentomigranti.orgcoo.migra.bo@gmail.com – 3275782056

Scarica il volantino in ITALIANO

Download the Flyer in TIGRINYA

Download the flyer in ARABIC

Download the Flyer in SOMALI

Download the Flyer in ENGLISH

Download the flyer in FRENCH

 

 

Annunci