Un idrante a Lampedusa. Degradare per aiutarli a crescere

di FERRUCCIO GAMBINO e DEVI SACCHETTO

da www.connessioniprecarie.org

Un idrante a Lampedusa

di FERRUCCIO GAMBINO

C’è un nesso tra l’idrante usato sulla pelle dei migranti per il loro bene a inizio settimana a Lampedusa e il messaggio al caminetto di fine anno che il presidente della Repubblica pronuncerà fra una dozzina di giorni? Se la memoria di vecchie riflessioni ci soccorre, nell’un caso come nell’altro siamo di fronte a due diverse articolazioni del medesimo stato. La differenza sta nella durata. Una ventina di minuti per il discorso presidenziale, un’ora e mezza e più per il trattamento anti-scabbia a Lampedusa…

Degradare per aiutarli a crescere

di DEVI SACCHETTO

I processi di spersonalizzazione e di degradazione messi in campo a Lampedusa nei confronti della «razza» migrante sono una forma di socializzazione all’Occidente. Essi permettono l’apprendimento e la regolazione dei propri comportamenti ed evidenziano le aspettative della società locale. Si tratta di pratiche che contribuiscono a creare tra i migranti e le migranti un senso di inferiorità che non finisce certo una volta che essi siano usciti da questi lager istituzionali…continua a leggere.

Annunci